.
Annunci online

  Liberopensiero [ Il Blog di Davide Romano - in collaborazione con No-Way e altri - collaboratore del Circuito Radio Cristiane e de La Repubblica. ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


Ridere della politica
L'Islam coraggioso
MEMRI
La miglior pasticceria di NY
Camillo
Il Blog pro Usa
Israelomania
Il Blog degli amici/collaboratori del Foglio
Osservatorio Media Palestinesi
1972
Leibniz
Informazione Corretta
Amici di Israele
Sondaggi Mondiali
Sondaggi americani
OxBlog
RegimeChange
Iranian
Statistiche Internazionali
IranWatch
Iraq The Model
CeceniaSOS
Israele.net
Giudamaccablog
Benedetto Della Vedova
Iraq Index
Maariv
Arabi Per Israele
Il Chiosco euro-arabo
Daniel Pipes
Iraq: il bicchiere mezzo pieno
Le bugie dei politici USA al microscopio
Palestinesi su Arafat
LPBodyCount
Terrore prima dell'occupazione
Ebrei nel mondo
Pagine Di Difesa
Walking Class
No Way
Jimmomo
Islam italiano e Shoah
Il Sorvegliato Speciale
Servizi Italiani
Democracy in Iraq
Statistiche Aliyah
Pinocchio svizzero
Forze-Libanesi
Poganka
Steppenwolf
Birmania Libera
Un Iracheno Libero
Stefano Magni
Della Seta sull'antisemitismo di sinistra
Tocque-ville
Notizie Radicali
StrategyPage
Weekly Standard
Beppe Grillo
ArabiLiberali.it
Prigione Cubana
Nuovo Liberopensiero
CNRI
Davide Romano

cerca
letto 1571192 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


17 novembre 2005

Essere donna in Arabia Saudita

Immagina di essere una donna. Quando nasce tuo fratello, le persone dicono: "E' nato un bambino grazie a Dio!". Quando nasci tu, invece, esclamano: "E' una femmina, ma se questa è la volontà di Dio...". (...) Immagina di essere una donna. Hai sempre bisogno del consenso del tutore e questo non soltanto per sposarti, come preteso dai giudici della materia islamica, ma per ogni aspetto della vita quotidiana. Non puoi studiare se non con il consenso del guardiano, anche se sei una dottoranda. Non puoi ottenere un impiego e nemmeno guadagnarti da vivere senza il suo permesso. (...) Immagina di essere una donna. Se subisci un assalto personale, percosse o sei vittima di un omicidio, quando i giornali pubblicheranno la tua foto assieme a quella dei colpevoli con la descrizione del reato, ci sarà ancora chi si chiederà se la vittima portava o meno il velo. Se lo indossava allora domanderanno: "Ma chi l'ha fatta uscire di casa a quell'ora?". E se invece è stato tuo marito a romperti le costole, allora esclameranno: "Avrà avuto un buon motivo per farlo!"
Immagina di essere una donna. Tuo marito ti ha rotto il naso, o un braccio, o una gamba e vai dal Qadi (giudice, ndr) a lamentarti. Lui ti chiederà dell'accaduto e gli risponderai: "Mi picchia". Allora il giudice ti dirà con un tono di disapprovazione: "Tutto qui?!". Le percosse sono pertanto considerate una realtà che vivono tutti i coniugi e gli amanti: "Picchiare l'amata è come mangiare l'uva".(...) Immagina di essere una donna che scrive su un giornale. Ogni qualvolta tratti le preoccupazioni femminili - le vostre vicissitudini, le vostre carenze, le vostre battaglie, le vostre condanne e i vostri processi - dicono di te: "Lasciatela perdere, tutto ciò che racconta sono solo discorsi da donne!" Fonte:Asharq al-Awsat (quotidiano indipendente con base a Londra, di proprietà saudita), tradotto da  Arabiliberali.it
 




permalink | inviato da il 17/11/2005 alle 11:14 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

sfoglia     ottobre        dicembre


Free web counters

Per contattare Davide Romano:ddavide@libero.it

since
12-10-2005
visits
849
online
1




Dice il Corano in 2ª 62: "Sì, i musulmani, gli ebrei, i Cristiani, i Sabei, chiunque ha creduto in Dio e nel Giorno ultimo e compiuto opera buona, per costoro la loro ricompensa presso il Signore. Su di essi nessun timore, e non verranno afflitti."       

 
 

 

 

 

 

 

Dice il Corano in 18°29: "La verità emana dal Signore. Creda chi vuole, non creda chi non vuole."















Il miglior sistema di assistenza sociale è un lavoro. (R. Reagan)

Diceva Marshall McLuan che l’indignazione è una tecnica per dare dignità a un idiota. E Valery diceva che l’indignazione permanente è segno sicuro di bassezza morale