.
Annunci online

  Liberopensiero [ Il Blog di Davide Romano - in collaborazione con No-Way e altri - collaboratore del Circuito Radio Cristiane e de La Repubblica. ]
 
 
         
 


Ultime cose
Il mio profilo


Ridere della politica
L'Islam coraggioso
MEMRI
La miglior pasticceria di NY
Camillo
Il Blog pro Usa
Israelomania
Il Blog degli amici/collaboratori del Foglio
Osservatorio Media Palestinesi
1972
Leibniz
Informazione Corretta
Amici di Israele
Sondaggi Mondiali
Sondaggi americani
OxBlog
RegimeChange
Iranian
Statistiche Internazionali
IranWatch
Iraq The Model
CeceniaSOS
Israele.net
Giudamaccablog
Benedetto Della Vedova
Iraq Index
Maariv
Arabi Per Israele
Il Chiosco euro-arabo
Daniel Pipes
Iraq: il bicchiere mezzo pieno
Le bugie dei politici USA al microscopio
Palestinesi su Arafat
LPBodyCount
Terrore prima dell'occupazione
Ebrei nel mondo
Pagine Di Difesa
Walking Class
No Way
Jimmomo
Islam italiano e Shoah
Il Sorvegliato Speciale
Servizi Italiani
Democracy in Iraq
Statistiche Aliyah
Pinocchio svizzero
Forze-Libanesi
Poganka
Steppenwolf
Birmania Libera
Un Iracheno Libero
Stefano Magni
Della Seta sull'antisemitismo di sinistra
Tocque-ville
Notizie Radicali
StrategyPage
Weekly Standard
Beppe Grillo
ArabiLiberali.it
Prigione Cubana
Nuovo Liberopensiero
CNRI
Davide Romano

cerca
letto 1571190 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 


17 novembre 2005

Bertinotti a favore del Concordato e dell'8 per mille

Roma, 17 nov. (Apcom) - La revisione del Concordato tra Stato italiano e Chiesa cattolica "non è una urgenza nel'agenda del Paese" mentre il presidente della Cei, il cardinale Camillo Ruini, "non è un capopartito". Lo afferma il segretario di Rfondazione comunista Fausto Bertinotti in un'intervista al 'Corriere della Sera'.
"Io non la inserirei nell'agenda delle urgenze - spiega il leader comunista - e lo stesso discorso vale per l'otto per mille. Bisognerà invece aprire una grande discussione su come garantire laicità e convivenza in uno Stato sempre più multireligioso, multietnico, multiculturale".
"Creare un cortocircuito e partire da un punto conclusivo come il Concordato e l'otto per mille - spiega Bertinotti - sarebbe un errore. Per farmi capire meglio: per la mia storia personale non toglierei mai un crocifisso da un'aula che lo ospita da anni. Semmai procederei per aggiunta". "L'ho già detto - conclude Bertinotti - mi ritengo un non credente, ma non mi definirei un ateo. Ma non vorrei che, parlandone, qualcuno mi accusasse di voler apparire pio". Fonte: Virgilio

Sbaglierò, ma l'8 per mille e il Concordato mal si conciliano con uno stato multireligioso, che dovrebbe garantire lo stesso trattamento per tutti. Come si fa a dire alle altre religioni - come si fa per certi versi con il Concordato - che esiste una, e solo una, religione preferita dallo Stato? Forse dirlo ai 4 gatti di ebrei e protestanti poteva essere facile ieri, oggi dirlo a centinaia di migliaia di musulmani può diventare più difficile. Quando, tra 10-20 anni, i musulmani saranno qualche milione, sarà difficile spiegare loro che sono solo gli insegnanti della religione cattolica a essere pagati dallo Stato. Inoltre la visione di Bertinotti che vorrebbe aggiungere simboli su simboli, mi pare poco laica. Capisco il disagio nel togliere un crocefisso, ma trasformare le scuole in un bazar di simboli religiosi mi pare poco realistico: perchè non mettere l'unica cosa che davvero ci può unire, la bandiera italiana?




permalink | inviato da il 17/11/2005 alle 11:5 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa

sfoglia     ottobre        dicembre


Free web counters

Per contattare Davide Romano:ddavide@libero.it

since
12-10-2005
visits
849
online
1




Dice il Corano in 2ª 62: "Sì, i musulmani, gli ebrei, i Cristiani, i Sabei, chiunque ha creduto in Dio e nel Giorno ultimo e compiuto opera buona, per costoro la loro ricompensa presso il Signore. Su di essi nessun timore, e non verranno afflitti."       

 
 

 

 

 

 

 

Dice il Corano in 18°29: "La verità emana dal Signore. Creda chi vuole, non creda chi non vuole."















Il miglior sistema di assistenza sociale è un lavoro. (R. Reagan)

Diceva Marshall McLuan che l’indignazione è una tecnica per dare dignità a un idiota. E Valery diceva che l’indignazione permanente è segno sicuro di bassezza morale